Lago di Vico – AlkemikA ۞ Regeneration Gathering

La Chemical City, definita così dall’intelligence inglese negli anni ’40, è una zona militare abbandonata a poche decine di metri dal lago di Vico (VT). Si tratta di uno dei più importanti bunker fascisti di produzione di armi chimiche. Dopo varie bonifiche condotte in segreto ad oggi l’area è considerata ancora non del tutto bonificata. Octopus mediante una serie di eventi, intende effettuare indagini e misurazioni del terreno ed avviare un processo di sensibilizzazione per la totale messa in sicurezza a difesa della flora, della fauna e della comunità locale.

Link: https://www.facebook.com/events/928314974039499/

“Una leggenda narrata da Cicerone ci racconta che Ercole, per dimostrare la sua incredibile forza, conficcò la sua clava su questa terra facendo sgorgare la fonte che diede vita al Lago di Vico.”

La ‘Chemical City’ è stata bonificata. Un sito militare sulle sponde del lago di Vico, realizzato durante il fascismo, e utilizzato almeno fino agli anni Settanta. Non un sito qualsiasi ma un magazzino di materiali Nbc, acronimo che sta per nucleare, batteriologico e chimico. Di fatto uno dei più importanti bunker di conservazione, caricamento e scaricamento di armi chimiche durante la seconda guerra mondiale. Dentro sono stati lavorati materiali come iprite, fosgene, arsenico.

All’interno del centro fino alla seconda guerra mondiale si è tenuta un’intensa attività di produzione di ordigni non convenzionali e fino agli anni Settanta sono stati prodotti nebbiogeni.

La mattina del 23 Luglio 2015, sono state completate le operazioni di bonifica del centro. Una nota della Prefettura di Viterbo dà notizia della conclusione delle operazioni di messa in sicurezza dell’area, che secondo programma avrebbero dovuto avere fino entro dicembre di quest’anno. Le operazioni inerenti il trasporto del materiale rinvenuto sono state pianificate nel corso della riunione tecnica del 20 luglio 2015, coordinata dalla Prefettura e lo stesso è stato assunto in carico dal personale del Centro Tecnico Logistico Interforze NBC di Civitavecchia competente alla distruzione. Il 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma ha curato la inertizzazione del restante materiale direttamente sul sito.

Ad oggi in realtà il grado di contaminazione dell’intera area è incerto.

E’ nostra responsabilità fare luce su questa faccenda e mettere in sicurezza l’area, promuovendo un processo di rigenerazione finalizzato a restituire al Comune una zona per troppo tempo abbandonata a se stessa.

info.octopusnet@gmail.com

Seguici sui nostri canali!
0
By |2018-12-07T01:17:12+00:00dicembre 3rd, 2018|Alkemika, News|0 Comments